domenica 8 maggio 2016

Tra dei, barboncini e dodicenni scapestrati: recensione di "Percy Jacskon e gli dei dell'Olimpo. Il ladro di fulmini" di Rick Riordan





Titolo: Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo. Il ladro di fulmini (Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo#1)
Autore: Rick Riordan 
Casa Editrice: Mondadori
Prezzo: 13,00 
€ (cartaceo) | 6,99 €  (ebook)

Percy Jackson non sapeva di essere destinato a grandi imprese prima di vedere la professoressa di matematica trasformarsi in una Furia per tentare di ucciderlo. Le creature della mitologia greca e gli dei dell'Olimpo, in realtà, non sono scomparsi ma si sono semplicemente trasferiti a New York, più vivi e litigiosi di prima. Tanto che l'ultimo dei loro bisticci rischia di trascinare il mondo nel caos: qualcuno ha rubato la Folgore di Zeus, e qualcuno dovrà ritrovarla entro dieci giorni. Sarà proprio Percy a dover indagare sull'innocenza di Poseidone, dio del mare e padre perduto, che l'ha generato con una donna mortale facendo di lui un semidio. Nuove gesta e antichi nemici lo aspettano, e non saranno solo lo sguardo di Medusa e i capricci degli dei ad ostacolare la ricerca della preziosa refurtiva, ma le parole dell'Oracolo e il suo oscuro verdetto: un amico tradirà, e il suo gesto potrebbe essere fatale.



Immaginate di essere su un treno, uno di quelli spesso in ritardo, pieno di lavoratori e studenti, che ogni giorno collega la Brianza alla luminosa Milano. Immaginate una ragazza, che sembra più piccola della sua età ( nonostante sia al secondo anno dell'università, tutti la scambiano per una liceale), immersa nelle pagine di un piccolo libro blu, che sta combattendo con se stessa per non scoppiare a ridere. Non le piace essere notata o essere al centro dell'attenzione, ma quello che ha appena letto è troppo divertente e non riesce più trattenersi. 



- Percy, ti presento Gladiola. Gladiola, Percy.                 
Guardai Annabeth sbigottito, immaginando che sarebbe scoppiata a ridere per lo scherzo, invece era serissima.                         
- Non ho intenzione di dire ciao ad un barboncino - replicai. - Scordatelo.   
-Percy- intervenne Annabeth. - Io ho detto ciao al barboncino. Anche tu dirai ciao al barboncino.             
Il barboncino ringhiò.           
Dissi ciao al barboncino.



Mi sono avvicinata al mondo di Percy Jackson tardi, se tenete conto che l'età di lettura consigliata è dieci/undici anni. Ma non me ne pento: penso che l'ironia e l'umorismo di questa serie possano essere maggiormente apprezzati  da un lettore navigato che da un ragazzino delle medie. Inoltre, ricordando la me di quegli anni, non mi sarei mai avvicinata ad un libro di questo genere: troppa azione e troppe poche storie d'amore. 




Percy Jackson è un ragazzino irriverente, sarcastico e ironico: nella mia carriera da lettrice non avevo mai incontrato nessun personaggio così divertente come lo è lui. Impossibile trovarlo antipatico, con le sue battute di spirito, la sua intraprendenza e il suo coraggio.
Non solo Percy rende il libro meraviglioso, ma Rick Riordan riesce a trasportare con abilità gli dei dell'Olimpo dalle rovine dell'antica Grecia alle caotiche città degli Stati Uniti del ventunesimo secolo. Ho apprezzato il modo in cui è riuscito a rendere moderni dei miti che hanno accompagnato tutta la nostra carriera scolastica. Troverete alcuni dei a cavallo di motociclette, altri che trangugiano Diet Coke per far fronte alla loro dipendenza dall'alcol, altri ancora che se ne vanno in giro con camicie hawaiane decorate con simpatici pappagallini.
L'unica rappresentazione che mi ha leggermente delusa è stata quella di Ade, che, azzarderei dire, è il dio dell'antica Grecia che maggiormente preferisco. Riordan ce l'ha presentato come cupo, malvagio e assetato di potere, ma a me piace continuare ad immaginarlo così: 





Essendo ambientato nel ventunesimo secolo ci sono molti riferimenti alla nostra cultura, alcuni più sottili di altri, ma questo rimane di certo il mio preferito: 

 




Il portiere 
stava leggendo un grosso libro con l'immagine di un mago sulla copertina. Io non andavo particolarmente matto per il fantasy, ma doveva essere un buon libro, perchè il tipo ci mise un po' a sollevare lo sguardo.
 






Il primo volume di questa serie mi ha davvero catturata, tant'è che ho già iniziato il secondo . Sono convinta che Percy sarà di ottima compagnia in questo mese pieno di esami e prove. 


1. Il ladro di fulmini
2. Il mare dei mostri 
3. La maledizionde del titano
4. La battaglia del labirinto labirinto
5. Lo scontro finale

E voi?
Avete letto questa serie? Cosa ne pensate?
Alla prossima,
Adele

16 commenti:

  1. Conosco questo libro da un po ormai ma non mi aveva mai incuriosito tanto come leggendo la tua recensione! Ci farò sicuramente un pensierino ora :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooh, sono davvero contenta di averti incuriosito! ^^

      Elimina
  2. Credo di essermi innamorata delle tue recensioni ��
    Leggendo questo post ho avuto praticamente lo stessa reazione di quando ho letto la saga di Percy Jackson: mi si è stampato un sorriso in faccia ^-^
    Concordo su tutto quello che hai detto; anche io ho apprezzato molto lo stile di scrittura di Riordan nonostante fosse indirizzato ad un pubblico più giovane!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, ma grazie tante! *w*
      Sono davvero molto contenta che ti sia piaciuta :)

      Elimina
  3. Letta e divorata! Bella bella bella e poi Percy è l'amico che tutti vorrebbero*_*

    RispondiElimina
  4. Amo Percy, ti consiglio di leggere tutta la serie non ne resterai delusa! Riordan è fantastico, ha uno stile che ti tiene incollato alle pagine e adatto proprio a chi di libri non ne vuol sentir parlare! C'è anche una seconda serie però è più corale e perde un po ma è comunque godibilissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jess! :)
      Hai ragione, ti tiene davvero incollato alle pagine! Una mia amica sta leggendo la seconda serie e , da quello che mi ha detto, si trova d'accordo con te: fa fatica a seguire la vicenda di tutti e sette (mi sembra) personaggi.

      Elimina
  5. Complimenti per la recensione, è divertentissima! *_*
    Anch'io ho conosciuto Percy parecchio in ritardo, ma con il primo libro è stato amore a prima vista! Mi sono innamorata del titolo del primo capitolo e le cose sono migliorate durante la lettura. Mi ritrovo tantissimo nelle tue parole (anche se devo ammettere che con gli altri due libri che ho letto della serie le cose non sono state così rosee. Sono libri che mi sono comunque piaciuti molto, ma ho trovato un po' più pesante il loro essere libri "per ragazzi". Comunque mi sono piaciuti anche loro :) ).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aww grazie! ^^
      Questa serie ha uno stile che ti ti conquista! *w* Vedo come proseguirà la lettura, poi ti farò sapere!

      Elimina
  6. Davvero divertente la tua recensione, Adele! :) Io ancora non l'ho letta questa saga, ma ammetto c'è qualcosa che ancora non mi convince del tutto :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! ^^ Beh, spero che ti convincerai presto :)

      Elimina
  7. Ciao Adele <3 Sono davvero felice ti sia piaciuta questa serie, io devo iniziarla e mi sono ripromessa che quest'anno la leggerò ù.ù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììì Jess <3 Non vedo l'ora che tu lo faccia!

      Elimina
  8. Io sono veramente innamorata di Percy!
    Pensa che ho l'ultimo libro da anni e non ho ancora avuto il coraggio di leggerlo per non abbandonare la serie ahhaha

    RispondiElimina

Grazie per ogni commento lasciato! Mi fa realmente piacere conoscere le vostre opinioni :)

Copyright © 2016 The Book Lawyer , Blogger