lunedì 30 maggio 2016

Le cose belle della settimana (#4): i post che ho amato negli ultimi sette giorni

Le cose belle della settimana (#4): i post che ho amato negli ultimi sette giorni

Buongiorno miei cari! Si capisce che siamo nel pieno della sessione estiva: i miei livelli di stress hanno oramai raggiunto l'apice e il mio occhio sinistro continua a traballare dal nervosismo (tralasciamo il fatto che sono una masochista e pretendo di preparare un esame di letteratura in dieci giorni).
Voi come state? Ditemi che vi trovate nella mia stessa situazione e fatemi sentire meno sola.
Comunque, ecco qua i post che mi hanno tenuto compagnia nell'ultima settimana. 


mercoledì 25 maggio 2016

Mr Sandman bring me a dream (#2): i miei acquisti al SalTo

Mr Sandman bring me a dream (#2): i miei acquisti al SalTo

Il mio Salone del Libro è stato estremamente tranquillo e rilassante: fatto di Oreo, di tante foto, di schiene e piedi doloranti, di amicizie che si  sono consolidate e altre che hanno dimostrato che, alla fine, non importa da quanto tempo ci si conosce, l'importante è trovarsi.


Proprio per questo motivo ho deciso di non farvi un riassunto della mia giornata, come previsto, ma di mostrarvi semplicemente i miei acquisti. Come ogni anno, mi sono divertita davvero tanto, ma è stata un'esperienza così delicata e personale che non riuscirei proprio a descriverla. 

lunedì 23 maggio 2016

BLOGTOUR & GIVEAWAY → Eleinda 2. La formula dell'immortalità

BLOGTOUR & GIVEAWAY →  Eleinda 2. La formula dell'immortalità
Image and video hosting by TinyPic

Oggi il blog ospita una delle ultime tappe di questo entusiasmante tour letterario, tutto incentrato sul secondo volume della saga di Eleinda, scritta dalla nostra Valentina Bellettini.
A me l'onore di intervistare l'antagonista della storia, il dottor Brandi, che mi ha fatto davvero penare: non ho mai conosciuto un uomo così antipatico, arrogante e sprezzante.
Vi lascio la trama del romanzo e, se volete avere l'occasione di vincere una copia autografata del libro, ci riaggiorniamo a fine intervista.




Il legame empatico tra Eleonora e il drago Indaco impedisce ai due di stare lontani l'una dall'altro.Al tempo stesso, nemmeno lo scienziato dottor Brandi è disposto a rinunciare a quella che ritiene essere una sua creazione. Lontano dal laboratorio della European Technology studia la formula per un nuovo esperimento, una strategia che gli permetta di riprendersi Indaco: intervenire sul DNA del drago, stavolta causando una mutazione; renderlo debole, inoffensivo, mortale.Umano.L'amore impossibile tra Eleonora e Indaco si fa reale, ma a quale prezzo? E cosa ne sarà di Alessandro, l'amore umano che fatica a decollare?Tra drammi e turbamenti, Eleinda ha anche una missione da compiere: il regno dei draghi è impaziente di risorgere. Hanno vissuto solitari per millenni, ma qualcosa li sta richiamando...Il viaggio tra le antiche leggende continua, di pari passo con la scoperta dei sentimenti umani.Perché i sogni non vanno sottovalutati: possono essere pericolosi.




Buongiorno Dottor Brandi. Direi di iniziare l'intervista con la domanda che tutti i miei lettori si stanno chiedendo: per una serie di sfortunate circostanze, lei sta scontando una pena in prigione. Come commenta la cosa?
Dico che doveva essere giudicata colpevole Eleonora Giusti per aver rubato un mio esemplare. Invece avete creduto alle sue fandonie. (silenzio prolungato) Non esiste alcun drago. Tengo a precisare che lei ha rubato una lucertola, proprio come avevate intuito dal video che fu trasmesso allora. Non c'è motivo per farmi stare ancora qua dentro, ed è ciò che i miei avvocati stanno dimostrando proprio in queste ore.

Dopo esserci tolto questo doloroso dente, direi di passare all'intervista vera e propria. Ci può raccontare in cosa consiste il suo lavoro?
Il mio lavoro è dirigere e decidere. Sono io il capo della European Technology, quindi nessun’altro può prendere iniziative. Questo fa sì che ogni nostro prodotto sia sinonimo di qualità e garanzia; c’è la mia supervisione dal progetto iniziale alla messa in commercio, senza contare che ogni invenzione è basata sulle mie idee. Sono infatti uno scienziato, un medico, e un ricercatore.

Le cose belle della settimana (#3): i post che ho amato negli ultimi sette giorni

Le cose belle della settimana (#3): i post che ho amato negli ultimi sette giorni

Il poco tempo a disposizione non mi ha permesso di spulciare molto nel web, ma  ecco i (pochi) post della settimana!

•  Partiamo da una nuovissima rubrica ideata da Jessica. In Oggi si consiglia..., ogni settimana cinque blogger consiglieranno quei libri che per loro si sono aggiudicati le cinque stelline. 

martedì 17 maggio 2016

Liebster Award 2016: discover new blogs

Liebster Award 2016: discover new blogs

Il Liebster Award è un premio che viene assegnato ai blog con meno di duecento follower. Non sapevo che esistesse un'iniziativa del genere e quando ho scoperto che sono stata nominata da ben cinque blog, il mio cuore si è riempito di gioia. 

Ecco come si partecipa.
[Mi scuso in anticipo per il post estremamente lungo: se riuscite a leggerlo tutto, vi invierò un biscotto.]



RINGRAZIARE CHI CI HA NOMINATI

Ringrazio le dolcissime Jess, Jen, Chiara, Nashira e Paola: davvero ragazze, mi avete fatto una bellissima sorpresa.

SCRIVERE QUALCOSA SUL BLOG CHE SI PREFERISCE

Credetemi quando dico che non riesco a rispondere: ci ho pensato, ho valutato, ma non riesco a scegliere nessuno. Come poter scegliere tra la simpatia di Giulia, i colori di Jen, le recensioni di Siham ,le parole di Rosa e il sarcasmo della Giova?

lunedì 16 maggio 2016

Le cose belle della settimana (#2): i post che ho amato negli ultimi sette giorni

Le cose belle della settimana (#2): i post che ho amato negli ultimi sette giorni

Come ogni universitario che si rispetti sa, è appena iniziata la sessione estiva, il che vuol dire giornate spese con il naso attaccato alla finestra della tua camera, mentre fuori i bambini giocano e si rincorrono godendosi il bel tempo, mentre tu te ne stai rinchiuso in casa, a soffocare, piangendo sui libri. Tutto questo per dire che, da oggi fino a luglio, il blog procederà a passi molto lenti.
Comunque, questi sono i post che hanno segnato la mia settimana!

lunedì 9 maggio 2016

Le cose belle della settimana (#1): i post che ho amato negli ultimi sette giorni

Le cose belle della settimana (#1): i post che ho amato negli ultimi sette giorni

Noi blogger passiamo moltissimo tempo sul web e questo non è un segreto. Cerchiamo nuove idee, nuovi libri da recensire, nuove foto da cui prendere spunto e, soprattutto, spendiamo ore a spulciare nei blog altrui. Da qui nasce la rubrica Le cose belle della settimana dove, ogni lunedì, vi mostrerò i post che più mi sono piaciuti degli ultimi sette giorni, per condividere un po' d'amore e qualche risata. 


domenica 8 maggio 2016

Tra dei, barboncini e dodicenni scapestrati: recensione di "Percy Jacskon e gli dei dell'Olimpo. Il ladro di fulmini" di Rick Riordan

Tra dei, barboncini e dodicenni scapestrati: recensione di "Percy Jacskon e gli dei dell'Olimpo. Il ladro di fulmini" di Rick Riordan




Titolo: Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo. Il ladro di fulmini (Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo#1)
Autore: Rick Riordan 
Casa Editrice: Mondadori
Prezzo: 13,00 
€ (cartaceo) | 6,99 €  (ebook)

Percy Jackson non sapeva di essere destinato a grandi imprese prima di vedere la professoressa di matematica trasformarsi in una Furia per tentare di ucciderlo. Le creature della mitologia greca e gli dei dell'Olimpo, in realtà, non sono scomparsi ma si sono semplicemente trasferiti a New York, più vivi e litigiosi di prima. Tanto che l'ultimo dei loro bisticci rischia di trascinare il mondo nel caos: qualcuno ha rubato la Folgore di Zeus, e qualcuno dovrà ritrovarla entro dieci giorni. Sarà proprio Percy a dover indagare sull'innocenza di Poseidone, dio del mare e padre perduto, che l'ha generato con una donna mortale facendo di lui un semidio. Nuove gesta e antichi nemici lo aspettano, e non saranno solo lo sguardo di Medusa e i capricci degli dei ad ostacolare la ricerca della preziosa refurtiva, ma le parole dell'Oracolo e il suo oscuro verdetto: un amico tradirà, e il suo gesto potrebbe essere fatale.



Immaginate di essere su un treno, uno di quelli spesso in ritardo, pieno di lavoratori e studenti, che ogni giorno collega la Brianza alla luminosa Milano. Immaginate una ragazza, che sembra più piccola della sua età ( nonostante sia al secondo anno dell'università, tutti la scambiano per una liceale), immersa nelle pagine di un piccolo libro blu, che sta combattendo con se stessa per non scoppiare a ridere. Non le piace essere notata o essere al centro dell'attenzione, ma quello che ha appena letto è troppo divertente e non riesce più trattenersi. 



- Percy, ti presento Gladiola. Gladiola, Percy.                 
Guardai Annabeth sbigottito, immaginando che sarebbe scoppiata a ridere per lo scherzo, invece era serissima.                         
- Non ho intenzione di dire ciao ad un barboncino - replicai. - Scordatelo.   
-Percy- intervenne Annabeth. - Io ho detto ciao al barboncino. Anche tu dirai ciao al barboncino.             
Il barboncino ringhiò.           
Dissi ciao al barboncino.


giovedì 5 maggio 2016

Segnaliamo! | "Solo l'amore" di Francesca Lesnoni

Segnaliamo! | "Solo l'amore" di Francesca Lesnoni
Buongiorno a tutti! 
Oggi voglio presentarvi un romanzo autopubblicato che, basandomi sulla trama, sembra davvero interessante. Come si può rimanere indifferenti alle storie d'amore che travolgono, che spingono a fare incredibili pazzie, a mollare tutto per una possibilità? 






Titolo: Solo l’Amore
Autrice: Francesca Lesnoni

Self Published
Prezzo: 2,99 danee (ebook) 



Lucia è scomparsa... nessuno sa che fine abbia fatto la dolce sorella di Carlo, unico indizio un biglietto:
"Non preoccupatevi, sto bene. Vado dove ho sempre desiderato essere, da che ho memoria..."
Nessuno però si preoccupa realmente della sparizione di Lucia tranne Pier che, innamorato da sempre di lei, decide di prendersi un anno sabbatico per dedicarsi alla misteriosa ricerca.
Per sua fortuna Pier potrà contare sull'aiuto di alcune persone, come i signori Dardi, due amabili vecchietti, che gli consegneranno dei bigliettini scritti da Lucia; o Luigi, un sapiente tappezziere con la passione per la lettura, che lo aiuterà a mettere ordine nei suoi taccuini pieni di appunti e divagazioni; o l’amatissimo padre che, al momento opportuno, saprà cogliere una traccia importante…
Ma, prima di trovare Lucia, Pier dovrà confrontarsi con una diversa percezione di sé e degli altri, rivisitare la propria vita, comprendere qual è il suo vero sogno...
Grazie al suo intelligente umorismo e piccoli colpi di scena, Pier si ritroverà su un aereo diretto a Parigi.
Sarà lì che finalmente rincontrerà Lucia?

Anche se può sembrare stolto o paradossale o folle, ho scelto la metà mezza piena del bicchiere, la sola che doni la vera gioia. E sorrido.



- Una trama che preannuncia una storia on the road
- Un amore disposto a tutto 
- La bellissima copertina, che, tra l'altro, è stata creata da Alessia Coppola 




Francesca Lesnoni è nata in Inghilterra, vive e lavora a Roma. Per alcuni anni, durante il suo tempo libero, ha “insegnato” pittura in un carcere minorile, da questa esperienza è nato un libro di racconti: “Kunia e le altre”, pubblicato da Stampa Alternativa nel 1992. Da sedici anni è volontaria dell’Associazione Peter Pan Onlus che offre ospitalità ai bambini oncologici in cura all’Ospedale Bambino Gesù e alle loro famiglie. Per quattro anni ha “insegnato” scrittura creativa a ragazzi con handicap mentale.


Avete letto questo libro? 
Cosa ne pensate? 
Alla prossima,
Adele

mercoledì 4 maggio 2016

Come sopravvivere al Salone del Libro di Torino: 5 consigli per chi non c'è mai stato

Come sopravvivere al Salone del Libro di Torino: 5 consigli per chi non c'è mai stato

Dal 12 al 16 maggio di quest'anno ci sarà la XXIX edizione del Salone del Libro di Torino e sarà per me la quarta volta al Lingotto Fiere. In questi anni di esperienza al Salone, in cui ne sono successe di tutti i colori, ho raccolto qualche consiglio che vorrei condividere con tutti coloro che si apprestano a vivere per la prima volta le meraviglie del Salone del libro.  



A meno che il vostro scopo non sia quello di arraffare l'ultima uscita di quella particolare casa editrice, vi consiglio di non addentravi negli stand delle CE più famose, poichè sono sempre estremamente affollati. Sarà difficile persino riuscire a scorgere la copertina dei romanzi, visto che sarete letteralmente travolti da una fiumana di persone. 
Meglio addentrarsi nei meandri dei padiglioni, alla ricerca di quelle piccole realtà editoriali che spesso offrono delle vere e proprie perle. 



Il primo anno sono approdata a Torino con uno zaino pieno di cibarie, bottigliette d'acqua, medicinali ( non si sa mai) ... Certo, tutte cose utili, ma ditelo all'Adele diciassettenne che si è ritrovata alle sette di sera con tremila sacchetti pieni di libri, le mani doloranti e la schiena distrutta. Quindi, se le vostre intenzioni sono quelle di svaligiare tutti gli stand, partite pieni di zaini e borse di stoffa da riempire con i vostri tesori cartacei. Già che ci siete, portatevi dietro qualche amico volenteroso: magari in nome dell'affetto che vi lega, vi aiuteranno a trasportare i vostri acquisti ( i miei non lo farebbero mai, ma magri i vostri sono più volenterosi). 

Copyright © 2016 The Book Lawyer , Blogger