giovedì 19 novembre 2015

Recensione | "Raven Boys" di Maggie Stiefvater ⚜





Buonasera miei cari lettori! 
Oggi vi propongo la recensione di questo libro che ho appena concluso e che mi ha piacevolmente sorpresa. 



Titolo: Raven Boys
Autrice: Maggie Stiefvater 
Casa Editrice: Rizzoli 
Prezzo: 14,00 danee (cartaceo) | 5,99 danee (ebook)




È la vigilia di San Marco, la notte in cui le anime dei futuri morti si mostrano alle veggenti di Henrietta, Virginia. Blue, nata e cresciuta in una famiglia di sensitive, vede per la prima volta uno spirito e capisce che la profezia sta per compiersi: è lui il ragazzo di cui s'innamorerà e che è destinata a uccidere. Il suo nome è Gansey ed è uno dei ricchi studenti della Aglionby, prestigiosa scuola privata di Henrietta i cui studenti sono conosciuti come Raven Boys, i Ragazzi Corvo, per via dello stemma della scuola, e noti per essere portatori di guai. Blue si è sempre tenuta alla larga da loro, ma quando Gansey si presenta alla sua porta in cerca di aiuto, pur riconoscendolo come il ragazzo del destino non può voltargli le spalle. 




Bellissimo!
luciangaymark:

endless list of amazing books: the raven boys by maggie stiefvater

“The king sleeps still, under a mountain , and around him is assembledhis warriors and his herds and his riches. By his right hand is his cup,filled with possibility. On his breast nestles his sword, waiting, too, to wake.Fortunate is the soul who finds the king and is brave enough to call him to wakefulness, for the king will grant him a favour, as wondrous as can be imagined by a mortal man.” 
Questo è uno dei libri preferiti di una delle mie più care amiche. Vi sbagliate se credete che lei mi abbia costretto a leggerlo ( non è proprio nella sua natura): la sua tecnica è stata molto più subdola. Ogni tanto, mentre parlavamo, inseriva un complimento qui, un riferimento là e io, essendo per natura estremamente curiosa, dopo mesi mi sono ritrovata a chiederglielo in prestito.  Lei stessa mi aveva avvertito che l'inizio sarebbe stato abbastanza lento e infatti così è stato. Non fraintendetemi, non si tratta di una lentezza insostenibile e noiosa, solo che nelle prime cento pagine non accade nulla di significativo. Sono, però, capitoli fondamentali, perchè ti permettono di conoscere al meglio i protagonisti: Blue, Gansey (soprannominato da noi Ganzi/Ganzo), Ronan, Adam e Noah. Se all'inizio mi sembravano davvero troppi da ricordare, ora sono perfettamente delineati nella mia testa, ognuno con le proprie caratteristiche, grazie a quelle famose cento pagine. 

Non era interessata a dire alle altre persone i loro futuri. Era interessata ad andare lì fuori e trovare il proprio, di futuro.

Il Gansey ideale per me <3
Il romanzo  è scritto davvero bene: mi piace molto la scrittura della Stiefvater, autrice che avevo già apprezzato in Shiver, il primo libro del ciclo dei lupi di Mercy Falls    ( serie che, però, non ho continuato). In alcuni capitoli avevo letteralmente i brividi a causa degli scenari di suspense che è riuscita  a creare in modo assolutamente impeccabile. 
La storia è davvero interessante e  originale. Siamo trasportati in un mondo molto simile al nostro, ma con quel pizzico di magia in più che ti spinge a domandarti: " Ma siamo sicuri che questi non siano gli Stati Uniti che noi conosciamo? E se lo fossero? E se questa magia esistesse davvero? "
Il mio personaggio preferito rimane Gansey: affasciante allievo della Aglionby Academy ( frequentata da tutti i nostri ragazzi), appassionato di storia e estremamente colto. Ora, sapete che io capitolo davanti ai ragazzi acculturati, ma se poi questi parlano come se avessero mangiato un vocabolario, sono eleganti e hanno una vaga aria british (anche se sono americani) io sono completamente perduta.
[Ho detto che Gansey e i suoi amici sanno il latino? Ebbene, sanno parlare in latino.]


C’era qualcosa di strano e complicato in tutti quei ragazzi, pensò; strano e complicato nello stesso modo in cui anche il diario lo era. Le loro vite erano una specie di rete, e lei sentiva di aver fatto qualcosa per cui si era trovata intrappolata proprio sull’orlo.



Avrei qualcosa da dire sulla storia d'amore ( in questo libro non manca nulla), ma preferisco non pronunciarmi: se non lo avete mai letto, vi consiglio di avvicinarvi ad esso con meno informazioni possibili e di non basarvi completamente sulla trama che vi ho riportato, perchè è abbastanza fuorviante. A livello personale, però, non mi sono sentita molto coinvolta: come se gli eventi mi scivolassero davanti, senza provare quelle particolari emozioni che pensavo mi avrebbero completamente investita. Molto probabilmente perchè i miei gusti letterari stanno cambiando. Ne è prova anche il fatto che ho trovato alcuni comportamenti di Blue un po' infantili; so che, anagraficamente parlando, ci distanziano solo quattro anni, ma in alcuni casi anche un briciolo di tempo può sembrare un'infinità.
Infine, ho trovato la conclusione di questo primo capitolo della saga molto confusa, ma, come mi è stato assicurato, il secondo libro si riallaccia a tutti i fili lasciati in sospeso. 
Rimane un libro che consiglio molto vivamente a coloro che amano i fantasy, i romanzi pregni di magia e la storia ( non manca nemmeno quella). 

La serie dei Raven Boys comprende: 
1. Raven boys 
2. Ladri di sogni ( The dream thieves)
3. Blue Lily, Lily Blue ( inedito in Italia)
4. The Raven King ( prevista uscita in America nel 2016)




E voi? Avete letto questo libro? 
Cosa ne pensate?
Alla prossima,
Adele 

16 commenti:

  1. Non ho letto questo libro. Ma sono un po' indeciso. E' nel gruppo dei forse diciamo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio! Sicuramente è una lettura diversa dal solito :)

      Elimina
  2. Ho sentito parlare solo bene di questo libro e quasi tutti hanno accennato al fatto che il libro inizi molto lento... mi hai davvero affascinata con la tua recensione, spero di riuscire un giorno a leggerlo anche io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oww sono davvero contenta Jessica! :) Te lo auguro e, se mai lo farai, ricordati di farmi sapere cosa ne pensi <3

      Elimina
  3. Sono contenta che ti sia piaciuto. Sono d'accordo con te sopratutto riguardo l'ultima parte delle recensione. Anche se Blue mi piace molto, forse perché per certi versi mi assomiglia. Io sono riuscita a leggere anche il terzo in inglese senza particolari difficoltà (grazie linguistico) e non vedo lora che esca Raven King

    RispondiElimina
  4. Ciao Amelia! Sì, mi è davvero piaciuto :) Sicuramente leggerò Ladri di sogni e, in realtà, stavo già pensando di leggere il terzo in inglese ( non credo che sarò in grado di aspettare la Rizzoli).

    RispondiElimina
  5. Ho già sentito parlare di questo libro qualche settimana fa l'ho visto in una bancherella, solo che pensavo fosse una lettura per bambini e quindi l'ho lasciato lì.. ho fatto male!
    -Aranel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noo, che peccato! D: Beh, se ti ricapita l'occasione, non lasciartelo scappare :)

      Elimina
  6. Ciao Adele! Non ho letto questa serie, ma fin dalla sua uscita mi ha incuriosita, solo che non so perché è finita nel dimenticatoio, magari ora me lo appunto meglio, la tua recensione mi ha convinta! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica! :) Aww sono contenta! Se ti capita dagli un'occasione, ne vale proprio la pena :D

      Elimina
  7. Bella recensione :) anche io vorrei leggere questo libro... è nella mia wish list da un po' :)

    RispondiElimina
  8. Sono contenta ti sia piaciuto! A me, purtroppo no. E non penso proseguirò la serie :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oww mi dispiace! Come mai non ti è piaciuto? :(

      Elimina
  9. Che bella recensione *-*
    Condivido quello che hai detto: anche io l'ho trovato un libro moooolto affascinante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aww grazie mille! :3 Ne sono contenta!

      Elimina

Grazie per ogni commento lasciato! Mi fa realmente piacere conoscere le vostre opinioni :)

Copyright © 2016 The Book Lawyer , Blogger